SERVIZI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

Dove lo Butto

DOVE LO BUTTO?

Tutte le informazioni per
differenziare bene

QUANDO LO BUTTO?

I calendari di deposito per
utenze domestiche

Ritiro Ingonbranti

RITIRO INGOMBRANTI

Prenota il ritiro di rifiuti
ingombranti

RICHIEDI UN CARRELLATO

Quello che serve per iniziare
a differenziare

RISULTATI & QUANTITA’

 

i dati sulla raccolta dei rifiuti a Barletta

dati anno 2020

Raccolta
Differenziata

71%

Raccolta
Indifferenziata

29%

SERVIZI IN EVIDENZA

 

La Bar.S.A. S.p.A. operativamente provvede alla gestione dei servizi di base affidati dall'Amministrazione Comunale (e da eventuali terzi individuati direttamente sul mercato), assicurandone lo sviluppo in relazione alle evoluzioni normative

Bar.S.A. S.p.A.

Società di servizi

Bar. S.A S.p.A è stata costituita il 31 luglio 2000.

Dal 31/07/2014 il capitale sociale della Bar.S.A. S.p.A. risulta interamente posseduto dal Comune di Barletta. 

La società ha dapprima realizzato il processo di costruzione della sua identità nel rispetto delle indicazioni riportate nel Piano Industriale attuando il piano degli Investimenti e dotandosi di una adeguata organizzazione aziendale e, successivamente, ha avviato il suo progetto industriale.

Sono in corso da parte di BAR.S.A. sull’intero territorio comunale, come previsto dal Disciplinare Tecnico Economico con il Comune di Barletta dei servizi di Igiene Urbana, le attività antilarvali contro le zanzare e mosche.

Amministratore Michele Cianci

 

Bar.S.A. informa che in data 17/09/2019 il Tribunale di Trani – Sezione Lavoro ha rigettato il reclamo in cui un cittadino barlettano ha prospettato l’illegittimità del bando di Bar.S.A. per l’assunzione di 13 operatori ecologici per quanto riguarda il requisito del limite massimo d’età imposto a quarant’anni. Bar.S.A. – costituitasi in giudizio – ha eccepito l’infondatezza del ricorso, sottolineando come il limite d’età prescelto sia congruo al tipo di mansioni da svolgere.
 

Il ricorso è stato rigettato poiché il limite d’età è stato considerato dal Tribunale di Trani “ragionevole e giustificato”: inoltre il reclamante è stato condannato a pagare le spese sostenute dagli avvocati di Bar.S.A. per l’azione da egli intentata.
 

«La vittoria di Bar.S.A. in questo ulteriore ricorso può sgomberare il campo dalle accuse gratuite che sono state elevate nei confronti dell’azienda relativamente a questo specifico avviso pubblico talvolta anche con evidente strumentalizzazione politica da parte di alcuni – dichiara l’amministratore unico di Bar.S.A. avv. Michele Cianci – invece con questa selezione abbiamo dato una scossa a una situazione di stallo con un’operazione che sta avvenendo in massima trasparenza: nella Bar.S.A. da me amministrata non c’è spazio per privilegi e la selezione continuerà nella totale legalità e chiarezza».

«Ancora una volta è stato dimostrato – prosegue l’amministratore Cianci - che Bar.S.A. ha effettuato ogni procedura in massima limpidezza, al di là di ogni maldicenza. Ora che è stata nuovamente comprovata l’infondatezza delle accuse rivolte all’azienda – conclude Cianci – invitiamo invece coloro che, con rispetto e fiducia, hanno adeguatamente partecipato alle prove previste dall’avviso pubblico, di avere ancora un po’ di pazienza: La terza prova sarà sostenuta entro i prossimi 60 giorni attesa la volontà indifferibile di assumere al primo gennaio 2020 la prevista forza lavoro».
 
 

Barletta, 02.010.2019

icoflag Segnalazioni
Segnalaci guasti o disservizi

icoscrivi Domande?
Scrivici una email

icoChiama 800 330 433 (num.verde)
0883 304 215