SERVIZI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

Dove lo Butto

DOVE LO BUTTO?

Tutte le informazioni per
differenziare bene

QUANDO LO BUTTO?

I calendari di deposito per
utenze domestiche

Ritiro Ingonbranti

RITIRO INGOMBRANTI

Prenota il ritiro di rifiuti
ingombranti

RICHIEDI UN CARRELLATO

Quello che serve per iniziare
a differenziare

RISULTATI & QUANTITA’

 

i dati sulla raccolta dei rifiuti a Barletta

dati anno 2020

Raccolta
Differenziata

71%

Raccolta
Indifferenziata

29%

SERVIZI IN EVIDENZA

 

La Bar.S.A. S.p.A. operativamente provvede alla gestione dei servizi di base affidati dall'Amministrazione Comunale (e da eventuali terzi individuati direttamente sul mercato), assicurandone lo sviluppo in relazione alle evoluzioni normative

Bar.S.A. S.p.A.

Società di servizi

Bar. S.A S.p.A è stata costituita il 31 luglio 2000.

Dal 31/07/2014 il capitale sociale della Bar.S.A. S.p.A. risulta interamente posseduto dal Comune di Barletta. 

La società ha dapprima realizzato il processo di costruzione della sua identità nel rispetto delle indicazioni riportate nel Piano Industriale attuando il piano degli Investimenti e dotandosi di una adeguata organizzazione aziendale e, successivamente, ha avviato il suo progetto industriale.

In base a quanto disposto dall'ordinanza sindacale del 16.05.2020, l'amministrazione comunale di Barletta in accordo con Bar.S.A. Servizi Ambientali, comunica alla cittadinanza la riattivazione del servizio di soste a pagamento (strisce blu) a partire da lunedì 18 maggio.
L'ordinanza dunque revoca ufficialmente la sospensione disposta in data 27.03.2020 che prevedeva appunto la momentanea disattivazione del pagamento per la sosta nelle zone a strisce blu sul territorio cittadino in modo da venire incontro alle esigenze dei residenti, costretti a rimanere a casa e a lasciare le automobili in sosta per intere giornate.
Con la revoca e la riattivazione del servizio di gestione soste a pagamento, termina anche la sospensione lavorativa contestualmente prevista per le unità di personale adibite al servizio che riprenderanno regolarmente la propria attività lavorativa.
L’avv. Cianci commenta con soddisfazione: “Ordinanza tanto attesa che, fra le altre cose, restituisce la giusta dignità ai lavoratori”.
Venute meno le prescrizioni legate alla situazione emergenziale e con la riattivazione delle attività lavorative e commerciali, da lunedì il servizio torna normalmente operativo alle consuete tariffe.

 

L'amministratore di Bar.S.A. S.p.A. avv. Michele Cianci, d'intesa con il primo cittadino di Barletta dott. Cosimo Cannito, informa la cittadinanza che saranno avviati i trattamenti fitosanitari sull'intero patrimonio arboreo cittadino, a partire dal prossimo lunedì 18 maggio per una durata di venti giorni.
 
Tutte le piante in natura sono soggette agli attacchi da parte di molteplici parassiti che traggono da esse nutrimento o substrati utili per il loro sviluppo compromettendone così lo stato di salute, talvolta fino alla morte. La difesa fitosanitaria messa in campo da Bar.S.A. tramite l'impiego di mezzi, operatori e tecniche tesi al contenimento degli organismi nocivi, nel rispetto dei principi ecologici utilizzando prodotti a ridotto impianto ambientale, permetterà di difendere il verde cittadino, vero patrimonio dell'intera città.
 
L’attività, prevista nell’ambito della manutenzione ordinaria del verde pubblico, è stata attivata a seguito di disposizione dell’Ufficio Manutenzioni del comune di Barletta.
 
L'attività sarà espletata attraverso l’uso di un atomizzatore, ogni giorno tranne la domenica e festivi, dalle 00.30 alle 06.00, compatibilmente con le condizioni atmosferiche che verranno a presentarsi.
 

Sistemazione del verde pubblico e sanificazione degli spazi maggiormente frequentati dai cittadini: sono i due ambiti operativi su cui si sta concentrando in questi giorni l'attenzione di Barsa. Nelle ultime ore sono stati predisposti interventi straordinari in piazza Giuseppe Di Vittorio, al parco dell'Umanità nel quartiere Patalini ed al Cimitero comunale. Nel primo caso gli operatori ecologici di Barsa hanno realizzato una pulizia accurata dell'intera piazza così come previsto dal protocollo delle attività contro il diffondersi del Covid-19. La pavimentazione è stata completamente lavata a fondo dal personale che ha utilizzato pistole adatte a generare un potente gettito di miscela - composta da acqua, sanificante e sgrassante - contenuto in autobotti. In questo modo sono stati puliti anche gli angoli più difficili e sporchi della piazza. Attività straordinarie sono in corso anche al Parco dell'Umanità nel quartiere Patalini. La squadra addetta alla manutenzione del verde pubblico sta provvedendo in questi giorni a sfalciare l'erba, potare gli alberi e sagomare le siepi. L'intervento al parco dell'Umanità è stato richiesto dal Comune in via straordinaria per arginare la crescita spontanea della vegetazione e si aggiunge ai normali interventi di manutenzione del verde programmati ogni giorno a ciclo continuo. In particolare ogni singola zona della città viene curata a distanza di un mese secondo un calendario che è stato programmato per quartieri: si è cominciato con 'Santa Maria'; si proseguirà con i quartieri 'Sette Frati' e 'Barberini'; il ciclo si concluderà con gli interventi al quartiere 'Patalini'. Si riprenderà così da 'Santa Maria' per tutto il periodo primaverile ed estivo. Gli interventi ordinari di manutenzione del verde pubblico sono svolti quotidianamente da cinque operatori: tre utilizzano decespugliatori a spalla, un operatore è addetto alla trinciatrice semovente, un altro è impiegato alla guida di un trattore dotato di trinciatrice. In previsione dell'entrata in vigore delle disposizioni della Fase 2 dell'emergenza sanitaria, è stata eseguita una nuova pulizia dell'area del cimitero comunale. Le foto allegate testimoniano l'impegno e la resa degli interventi eseguiti finora. Le sanificazioni delle piazze e le manutenzioni del verde - ha affermato l'amministratore di Barsa, Michele Cianci - rientrano tra le misure predisposte in questo momento di emergenza sanitaria durante il quale risulta necessario garantire la pulizia e l'igiene degli spazi pubblici maggiormente frequentati dai cittadini. E' un impegno che tutti i lavoratori della Barsa stanno portando avanti con grande senso di responsabilità.

E' stato spento stamane il vasto incendio di scarti della lavorazione di olive che sarebbe all'origine dei cattivi odori avvertiti dai cittadini di Barletta fin dalla serata di ieri. L'incendio - che aveva reso irrespirabile l'aria, causando bruciori alla gola e agli occhi, tanto da non escludere la presenza di sostanza nocive - era stato appiccato in aperta campagna in un uliveto in contrada Callano e i suoi fumi avrebbero invaso in breve tempo l'intera città.
Già la notte scorsa il Sindaco Cosimo Cannito, insieme con l'Assessore all'ambiente Passero, aveva avviato una vasta operazione di controllo del territorio cittadino in coordinamento con i Carabinieri, la Polizia di Stato, il Nucleo di Polizia ambientale e la Polizia locale al fine di comprendere la provenienza dei cattivi odori che hanno reso l'aria irrespirabile e per adottare tempestivamente ogni misura necessaria a tutela della salute dei cittadini.
Le ricerche hanno dato i loro frutti questa mattina con il ritrovamento di una grande quantità di scarti della lavorazione di olio, ancora fumanti. I vigili del fuoco hanno provveduto allo spegnimento degli ultimi focolai e a mettere la zona in sicurezza.
Sul posto anche l'Avv. Michele Cianci, amministratore di Barsa Spa che ha fornito una grossa pala meccanica necessaria per arginare l'incendio, in aiuto ai Vigili del Fuoco. Cianci ha condannato l'episodio messo in atto da sconosciuti, auspicando che forze dell'ordine e magistratura individuino i responsabili affinché paghino i danni arrecati all'intera comunità.

icoflag Segnalazioni
Segnalaci guasti o disservizi

icoscrivi Domande?
Scrivici una email

icoChiama 800 330 433 (num.verde)
0883 304 215