Si è riunito a Palazzo di Città il comitato tecnico con la partecipazione dei referenti del Comune, della Barsa e dell’Aro1, per avviare il processo di revisione delle attività di raccolta differenziata con innovazioni nel contratto di servizio con la società Barsa che punta a consolidare i risultati del "porta a porta" che  hanno già collocato Barletta ai primi posti tra i "Comuni ricicloni".

Si mira, adesso, alla introduzione del doppio ritiro della frazione plastica nel corso della settimana e al superamento delle controverse "campane" con particolari modalità di raccolta della frazione del vetro delle utenze domestiche. Tenendo conto dei tempi necessari per l'organizzazione delle nuove attività, il Comune con la Barsa ha convenuto di mantenere e adeguare il raccordo già attivo con il servizio transitorio del programma "Estate pulita 2017". Le attività integrative, messe a punto nella riunione del comitato tecnico, riguardano, in particolare, nuove modalità di raccolte aggiuntive la domenica per la frazione organica attraverso l’apertura straordinaria del Centro di Raccolta comunale di via degli Ulivi, dove stazionerà un mezzo attrezzato con vasca a tenuta stagna. In via Callano sarà possibile conferire, sette giorni su sette, la frazione organica unitamente a tutte le altre frazioni differenziate, gli ingombranti e i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. E’ previsto anche un più efficace servizio ai cittadini per gli ingombranti e i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche con il raddoppio dei ritiri giornalieri a domicilio (da 10 a 20 ritiri) fino ad azzerare gli attuali tempi di attesa e il passaggio a regime da 10 a 15 ritiri giornalieri. Per le giornate di sabato e domenica è programmato il prolungamento del servizio di spazzamento manuale fino alle 23.00 nelle vie del centro storico cittadino. Proseguirà anche la raccolta mensile dei rifiuti abbandonati lungo le complanari  della SS 16 bis, con particolare attenzione agli svincoli delle uscite Patalini, Barberini e Barletta Ovest.

“L’apprezzamento – afferma l’Amministratore Unico di Bar.S.A. Luigi Fruscio -  rivolto dalla cittadinanza in relazione alle attività promosse nei mesi estivi, ci spinge a proseguire la fase sperimentale oggetto di valutazione dei servizi integrativi ambientali, che si intenderà conclusa all’esito delle procedure con cui sarà sottoscritto il nuovo Disciplinare Tecnico Economico, contratto che regola le attività di Igiene Ambientale.”.

“L’iniziativa è promossa senza alcun ulteriore costo per l’ente - spiega l’Assessore all’Ambiente Antonio Divincenzo - sino al 31 Dicembre 2017. Coi servizi ambientali integrativi si intende anticipare una fase ormai prossima di ulteriore rafforzamento dei servizi di igiene urbana con cui Barletta si pone l’obiettivo di rispondere sempre meglio alle esigenze della popolazione mettendo a punto un servizio efficiente in grado di porci come esempio all’attenzione del territorio provinciale e regionale grazie al raggiungimento di traguardi ambiziosi”.

In collaborazione con Ufficio Stampa Comune di Barletta

icoflag Segnalazioni
Segnalaci guasti o disservizi

icoscrivi Domande?
Scrivici una email

icoChiama 800 330 433 (num.verde)
0883 304 215